homepage
Facebook  Twitter  Youtube  Instagram 
 
THE COACH STRADA
TOUR OF BRITAIN LIVE
BRUSSELS CYCLING CLASSIC LIVE
TOUR DES FJORDS LIVE

FRENI A DISCO: UN BENE O UN MALE?

Freni a disco: un bene o un male?

Il dibattito era già stato lanciato qualche mese fa. Ora che però la squadra olandese Roompot Orange Peloton ha annunciato che i propri corridori adotteranno esclusivamente bici con freni a disco in questo 2016, la questione si è riproposta sul tavolo in maniera ancora più calda.

Già in passato alcuni supercampioni, come ad esempio Fabian Cancellara, hanno lanciato l'allarme sui pericoli di questi freni. Anche perchè, come ha ammonito Chris Froome, c'è il rischio di avere un gruppo diviso fra chi li utilizza e chi no, aumentando le possibilità di cadute.

I freni a disco garantiscono spazi di frenata più ridotti sotto la pioggia, una frenata più potente in discesa e non portano al surriscaldamento delle ruote. Il problema è che cambierebbe la gestione dei tempi e degli spazi in gruppo: chi utilizzerà i freni a disco si ritroverà ad affrontare le curve iniziando la frenata molto più tardi, col serio rischio di causare problemi a cadute a coloro che ancora montano freni tradizionali.
Solo la strada, e le gare, saranno il vero indicatore di questa novità...

Luca Gregorio



01 Febbraio 2016

CONDIVIDI LA PAGINA SU:

francesco f
francesco f
mah anche le ferrari persero una le mans (24h)per non aver montato i freni a disco;la tecnica va'sempre avanti ,bisogna evolversi anche anzi sopratutto quando sei un professionista "vedi bici elettriche (ciclocross)"poi sta a te saper gestire la tua andatura ,sono d'accordo con massimo u.
Silvano T
Silvano T
Arrivando dalla MTB ho trovato la prima curva e tutt'ora molte discese con la BDC problematiche da gestire. I freni a disco sicuramente danno più sicurezza, anche se sarebbero da provare con il profilo ruota della BDC. Quello che potrebbe essere un problema sono eventuali cadute in gruppo con delle lame (perchè purtroppo il disco è davvero tagliente) attaccate alle ruote. Potrebbero creare seri problem ai corridori...
Massimo U
Massimo U
Da ex ciclista dilettante non vedo il problema per due frenate diverse in gruppo. Alcuni frenano prima altri dopo. Alcuni entrano in curva a 30 km/h altri a 40 km/h. Se monti un cerchio in carbonio comunque gli spazzi di frenata cambiano rispetto a uno in acciaio. Ben vengano i freni a disco a parer mio soprattutto per le gare con cattive condizioni. Mammamia mi vengono i bravi quando in gruppo frenavi su cerchi bagnati e non frenava niente...
MIRCO S
MIRCO S
Sono d'accordo per l'utilizzo dei freni a disco avendoli provati con la MTB, ma a questo punto dovrebbero utilizzarli tutte le squadre.
Fatal error: Cannot redeclare vocaboli_bl() (previously declared in /home/bykec/sitobykeold.bykec/web/html/lib_tome.php:7) in /home/bykec/sitobykeold.bykec/web/html/lib_tome.php on line 16