homepage
Facebook  Twitter  Youtube  Instagram 
 
THE COACH STRADA
TOUR OF BRITAIN LIVE
BRUSSELS CYCLING CLASSIC LIVE
TOUR DES FJORDS LIVE

SPINGERSI AL PROPRIO LIMITE

Spingersi al proprio limite

I Watts, amici della nostra performance? Un compromesso tra tecnologia e la forza della mente. Oggi, grazie alla tecnologia, il costo di un misuratore di potenza e' alla portata di tutte le tasche. Ne esistono di vari tipi, logicamente sistemi costosi (SRM - Garmin Vector, ect. oltre i 1.000 € ) oppure ruote come il Powertap che usate costano 300-500 € .
 
Pc alla mano, grafici, Strava e sistemi informatici per ogni gusto permettono di guardare il vecchio cardiofrequenzimetro come un oggetto vetusto, ma a mio avviso ancora " fondamentale". 
Come mai oggi questi "pettorali famosi" sono senza fascia cardio?Effettivamente a livello tecnico ora si parla di "potenza-resistenza alla potenza-critical power - potenza di soglia e via dicendo. 
Il battito cardiaco spesso non e' la realta' di quanto esprimiamo veramente quel giorno e in quel momento, un po' per il suo "ritardo" fisiologico, un po' per l'adrenalina, un po' per la mente che spesso tradisce il vero verdetto del giorno (depressione e perdita autostima ). 
 
Ritengo fondamentale questo mezzo per poter capire chi sei, come usi la potenza dei tuoi muscoli lungo un percorso corto o lungo che sia. 
Abbinato al contapedalate e al "vecchio cardio" diventa la triade fondamentale per la crescita e la comprensione di chi sei e di dove potresti arrivare, se allenato a modo. 
Il risparmio di energia (economizzazione) spesso viene trascurato, ma e' la carta vincente di tutte le gare e le performance. Un buon test fatto in studio esprime una caratteristica fisiologica, ma non la gestione della medesima quando l'ambiente sociale ne preclude scelte "involontarie" e quindi apparentemente incontrollate. 
 
Recentemente mi allenavo con un mio allievo (Paolo) sulla salita del mitico Passo del Ghiffi, una salita dura, specialmente la meta' finale dove le pendenze e la stanchezza segnano ogni pedalata così come lo fanno solo le grandi salite.
 
Incitandolo, emulando e richiamando i mitici "nueroni specchio", grandi copiatori del gesto altrui per farne immediato apprendimento incosciente, ho guidato passo per passo questo Amatore sino alla vetta alla ricerca del suo limite "vero". Arrivati in cima, dopo un'immensa sofferenza, ma condita questa volta di quel pizzico di "massimale" che fa spesso la differenza tra vincere con noi stessi o rimanere a barcollare per anni nello stesso stato mentale e di perfomance. 
 
Vedrai Paolo che hai fatto il tuo "best Strava Time", e così è stato. 
 
La mente dove sta in questa "metafora" della vita? Nella vita tutto e' utile, ma la forza e la convinzione che è dentro di noi spesso nessuno strumento la può trovare, se non il nostro carattere e la voglia di primeggiare con noi stessi. 
Quanti watts fanno la differenza tra una vittoria e una giornata "no"? 
La media di tutto è la somma di quello che siamo oggi: la capacita' di imparare la tecnica e' fondamentale, ma l'insegnamento di saper valutare le scelte giuste in quelle 3-5-6-8 ore di gara è la differenza che fa la nostra performance piena di watts usati bene o watts sprecati inutilmente che rimarranno scritti su un foglio bianco in nero e ben evidenziati in grassetto, simbolo spesso dell'egoismo e dell'egocentrismo ma non della sapienza e la comprensione dell'uso corretto. 
A tutte le persone che seguo, quelle che non mi chiedono le tabelle ma solo: chi sono io oggi, cosa posso fare per diventare domani "migliore" nel rispetto del prossimo e per sentirsi bene dentro senza far male agli altri.
 
Dopo 40 anni di sudore, capisco che le tabelle sono il simbolo per imparare ma non l'unica strada da percorrere, visto che ogni Campione traccia la sua "tabella dei massimali" in funzione del suo "carattere " e sopratutto della sua "forza della mente" facendo diventare i numeri "arte e movimento" e non solo bit e dati . 
 
Questo lo dedico a tutte le persone che vivono di tabelle, di numeri e calcoli: per questo gli animali corrono e fanno tante più cose di noi, loro non hanno la tecnologia ma hanno ancora l'autoascolto dei propri limiti che ne fanno la sopravvivenza anche nella nostra "casa".

Alessandro Schiasselloni
Preparatore Atletico - Istruttore Sportivo - Educatore Posturale-Posturologo (sportivo)  - Istruttore Apnea
 
SPORT MENTALIST (Mental Coach )                               
 
Email aschiasselloni@gmail.com   Web :  www.posturale.info   - www.sportmentalist.it                     
 
Tel: 333-4014119 (diretto)
 
Centro Medicina dello Sport, Via Aurelia Ponente, 4 N - Rapallo
 
Tel: 0185-272720 / 333-2281172    


01 Luglio 2014

CONDIVIDI LA PAGINA SU:

Fatal error: Cannot redeclare vocaboli_bl() (previously declared in /home/bykec/sitobykeold.bykec/web/html/lib_tome.php:7) in /home/bykec/sitobykeold.bykec/web/html/lib_tome.php on line 16